Archivio tag: Ostuni

OSTUNI

ostuni_salentotravels

Il 31 agosto segna la fine delle vacanze per molti e con loro finisce la baraonda che nei mesi precedenti ha caratterizzato il tacco dello stivale. Per i tanti che approfittano dell’estate per visitare questo luogo non è nota la bellezza di questo lembo di terra nei mesi invernali. Quando tutto tace e lo spazio circostante si veste di tutt’altri colori e odori, il Salento assume un altro significato molto più profondo di quello ricercato nei mesi estivi. Spesso mi è capitato di incorrere in commenti circa la bellezza della Puglia e la possibilità di fare molte attività al mare o in spiagge ma nessun commento circa i luoghi, magnifici aggiungerei io, che è possibile vivere anche con il freddo. Proprio due anni fa la famosa giornalista del New York Times, avendo avuto la fortuna di godere della Puglia nei mesi invernali ha potuto appurare il suo stupore nello scoprire così tanto in un luogo così privo della tipica confusione estiva. I piccoli borghi della Puglia ritrovano la loro intimità e le piccole e graziose casette sono un rifugio sicuro e accogliente, con i caminetti accesi e il fuoco scintillante, mentre qualche nonna è intenta a fare maglia vicino al tepore del fuoco, le piazze sono deserte e vuote. Ma è proprio in queste condizioni che si può scoprire la vera anima di questo luogo incantato, entrare nel cuore della gente e ritrovare se stessi in una pace e tranquillità che fanno presto dimenticare il freddo.

Da Fasano fino a Santa Maria di Leuca l’inverno ha da offrire sempre paesaggi mozzafiato, veri e propri stralci di paradiso, una bellezza particolare che lascia stupiti. In alcuni paesini sembra come fare un tuffo nel passato, come in un film in bianco e nero rimanere a bocca aperta come guardare una cosa per la prima volta, ma forse è proprio questo a rendere unica e indimenticabile questa terra.
Da Martina Franca a Ostuni si diramano stradine di campagna che circondate da ulivi secolari, imponenti ed eleganti nelle loro tortuosità, e lecci si distinguono per la presenza dei caratteristici muretti a secco, tanti piccoli muri bassi formati da pietre di piccole dimensioni incastonate l’una sull’altra.
Visitare Ostuni in provincia di Brindisi durante la stagione invernale è uno spettacolo di magia, infatti, questa è anche conosciuta come la Città Bianca grazie al caratteristico colore bianco dovuto alla calce utilizzata per dipingere le abitazioni. Oggi questa tecnica non viene più utilizzata anche se nel meraviglioso centro storico permangono ancora le abitazioni di un tempo che conservano questo colore che sprigiona luce anche quando il cielo è coperto.

Il bianco abbagliante rimanda alla neve, le abitazioni sembrano essere coperte da un manto di soffice coltre nevosa seppure questa regione di neve ne veda ben poca, l’effetto però è senz’altro assicurato.
Questo bellissimo borgo viene anche ricordato come la Città degli Ulivi o la Città Presepe proprio per le caratteristiche intrinseche del territorio circostante.
Nel centro storico particolare rilievo assume la Cattedrale di Ostuni che con il suo stile gotico-romanico riscontrabile in molte chiese della regione, la fa da padrone, di inestimabile valore anche il portale della Chiesa dello Spirito Santo del 1450 che è riconosciuto come monumento nazionale..
Il territorio è parte integrante della Murgia meridionale che segna il confine del Salento ed è un importante centro culturale della Valle d’Itria. Non solo terra in questo paesaggio, e a lasciar di stucco sono anche i 17 km di coste che circondano il luogo e che alternano tratti sabbiosi a calette nascoste, dune padroneggiate da scogliere e macchia mediterranea. Questi rinomati centri balneari, che hanno acquisito anche la denominazione di località turistica, da anni ricevono il premio Bandiera Blu e Cinque Vele di Legambiente per la pulizia delle acque del mare e la qualità dei servizi somministrati ai turisti.

A circa 8 km dal centro di Ostuni, due importanti lidi che sono stati definiti zone ad importanza internazionale e sono Riserve Regionali Naturali: Lido Morelli e Quarto di Monte, spiagge caratterizzate da dune e macchia mediterranea molto conosciute e apprezzate dagli abitanti del luogo, conosciute per le attività che offrono nel periodo estivo.
Non lontano, Torre Pozzella, caratterizzata da graziose insenature circondate da scogli. La zona, il cui nome deriva dalla Torre che sovrasta il luogo, è di una bellezza primitiva, intatta ed incantevole.
Più lontano troviamo Torre Guaceto, dichiarata dal WWF zona protetta, nonostante la relativa lontananza dal centro di Ostuni, questa area vale la pena di essere visitata, tra insenature e sabbia fine sembra di essere su un’isola.
Nella marina di Ostuni è presente anche Costamerlata, una piccola baia di sabbia fine e bianca. Caratteristici di questa area sono i tipici arbusti della macchia mediterranea come: il pino e il ginepro.
La spiaggia di Monticelli è formata da un piccolo tratto di sabbia, poiché si alternano poi tratti di rocce e scogli bassi ricoperti dalla lussureggiante macchia mediterranea, per poi calare a picco e tuffarsi nel blu del mare. Inoltre i fondali molto profondi la rendono adatta a un esperto nuotatore.
Diana Marina nell’omonima frazione di Ostuni, è una piccola spiaggia che ben si adatta alle esigenze dei più. La presenza di numerose strutture ricettive e servizi offerti, assieme alla agricoltura, rendono questa area particolarmente produttiva. La sua sabbia è molto soffice e bianca, proprio come la tanto amata “Città Bianca” che ne fa da sfondo!

Catalogo Vacanze nel Salento: http://www.salentotravels.it
Villaggi a Ostuni: http://www.salentotravels.it/vacanze_puglia/villaggi_turistici_ostuni.html