GALLIPOLI

D184_panorama_hotelbellavista

Gallipoli, città bella di fatto, ma anche per la traduzione del suo toponimo derivante dal greco Kalè polis è la perla dello Jonio. Poche città meridionali esercitano lo stesso fascino, sia per la sua posizione naturale, sia per la genuina e spontanea ospitalità della sua gente, sia per le testimonianze antiche che conserva, segni evidenti di un glorioso e tormentato passato. La città di Gallipoli si presenta divisa in due parti rispettivamente chiamate Borgo e Centro Storico, unite tra loro da un ponte. Il Borgo corrisponde alla parte moderna della città ed è situato più ad est su un promontorio, mentre il centro storico si trova più ad ovest su un’isola di origine calcarea. La parte antica di Gallipoli è circondata da bastioni e mura di difesa lunghe un chilometro e mezzo, costruite con lo scopo di difendere la città dagli attacchi dei nemici provenienti dal mare. Gallipoli secondo lo storico Antonio de Ferraris, detto il Galateo, fu fondata nel 389 a.C. da una colonia di siciliani scampati alla distruzione delle loro città Callipoli, perpetrata per mano del Tiranno Dionigi.

Per diversi secoli i gallipolini seppero difendere la loro libertà e la loro autonomia; in seguito però, dovettero soccombere allo strapotere delle legioni romane che, dopo aver conquistato gran parte del Salento, posero l’assedio anche alla città ionica. Dopo la caduta dell’Impero Romano, Gallipoli venne saccheggiata prima, nel 456 dai Vandali, poi anche da Totila; a causa di queste continue scorrerie, Gallipoli conobbe uno dei periodi più bui della sua storia. Qualche tempo dopo, cadde sotto il dominio dell’Impero d’Oriente, ed i Greci gli restituirono l’antico splendore, trasformandola però, quasi in una città greca; introdussero infatti la loro cultura, i loro costumi, i loro usi, la loro religione, la loro lingua. Il dominio Bizantino su Gallipoli durò 517 anni. Nel 1284 la città conobbe un altro momento tragico; infatti il re Carlo d’Angiò, credendo che Gallipoli si fosse schierata a favore di Pietro D’aragona, la pose sotto assedio e la rase completamente al suolo. Più tardi Roberto il saggio e la Regina Giovanna I, riconoscendo l’errore, rimediarono permettendo la ricostruzione del paese, che si completò nella prima metà del secolo XIII col ritorno delle famiglie dei profughi che avevano cercato asilo nei villaggi vicini. Nel 1484 Gallipoli cadde in mano ai Veneziani che riuscirono nell’intento solo dopo una strenua resistenza durante la quale gli atti di coraggio furono tanti e tali che gli stessi assalitori non poterono non riconoscere agli sconfitti l’onere delle armi. Durante il Risorgimento, Gallipoli offrì alla Patria, martiri ed eroi che dettero fulgidi esempi di abnegazione.

Tra i tesori d’arte di cui può vantarsi Gallipoli, non si può non menzionare la Basilica di Sant’Agata, con la sua maestosa facciata seicentesca, la Fontana Ellenica con i suoi tre bassorilievi che rappresentano le metamorfosi di Circe, Salamace e Biblide e infine da visitare il Castello Angioino che è l’elemento di raccordo tra la città vecchia ed il Borgo. Nel campo commerciale Gallipoli vanta una tradizione che si perde nei tempi, specialmente in materia olearia. Famose sono le posture, scavate nella roccia marina, dove l’olio ristagnando, in attesa di essere imbarcato, si purificava fino ad assumere un colore giallo ambrato. Oggi la principale attività economica, oltre al turismo, è rappresentata dalla pesca che fa di Gallipoli un’autentica città marinara. Durante gli ultimi venti anni la città ha assistito ad un notevole sviluppo urbanistico e si è adeguatamente attrezzata nell’ottica di divenire una città turistica di prima categoria. Oggi la città conta circa 25.000 abitanti e dispone di buone strutture ricettive di varia tipologia: Alberghi, Villaggi, B&B e Camping, molti dei quali rinomati in tutto il Salento. Sopratutto durante il periodo estivo, Gallipoli viene letteralmente invasa da un flusso di turisti piuttosto vario, attratti dal mare cristallino, dalla natura, dall’arte, dalla cucina e dai numerosi club, disco e locali disseminati nella zona.

Hotel a Gallipolihttp://salentotravels.it/vacanze_puglia/hotel_gallipoli.html

B&B Gallipolihttp://salentotravels.it/vacanze_puglia/bed_and_breakfast_gallipoli.html

Residence Gallipoli: http://salentotravels.it/vacanze_puglia/residence_gallipoli.html

Case Vacanza Gallipoli: http://salentotravels.it/vacanze_puglia/case_vacanza_gallipoli.html

Ville di Lusso Gallipoli: http://salentotravels.it/vacanze_puglia/ville_lusso_gallipoli.html